420 Grammi

Storia di una nascita difficile: diario di un padre, pensieri di una madre

“Che cosa sei? Non puoi essere mio figlio, non puoi essere figlio di nessuno. Mi alzo in piedi per guardarti meglio. Barcollo, ma non è il cesareo. Peter mi sorregge. Non so che dire. Lo guardo,
sorrido e dico una banalità da mamma. Hai tubi ovunque. Suona tutto. Il pannolino…